mercoledì 29 aprile 2009

Veronica Lario, moglie per forza?


Veronica non ne può più.
Copio e incollo dall'ANSA:

«Ciarpame senza pudore». Così, Veronica Lario definisce l'uso delle candidature delle donne che a suo avviso si sta facendo per le elezioni europee. La signora Berlusconi ha deciso di mettere per iscritto in una mail - in risposta ad alcune domande sul dibattito aperto dall'articolo pubblicato ieri dalla Fondazione Farefuturo - il suo stato d'animo di fronte a ciò che hanno scritto oggi i giornali sulle possibili candidate del Pdl alle europee. «Voglio che sia chiaro - spiega -che io e i miei figli siamo vittime e non complici di questa situazione. Dobbiamo subirla e ci fa soffrire».

In sintesi: il marito mette in politica le giovanette con cui va a letto. Che se le porti a letto, passi, ma che costoro debbano pure avere gli onori (gli oneri, no?) politici... a questa farsa, proprio non ci sta la signora Miriam Raffaella Bartolini in Berlusconi, meglio nota come Veronica Lario.

Vabbè, dài, il consorte ha dichiarato che non c'è nulla di male a candidare giovani belle con 1-2 lauree (o non erano dottorati?) e conoscenza di 2-3 lingue (boccaccia mia statti zitta, diceva quello, ché più che lingue - da malalingua - direi che conoscono i destinatari delle slinguazzate e dicendolo faccio loro una bella linguaccia). Di che si preoccupa, signora? Dove sono queste plurilaureate interpreti da Babele poetica?


A meno che... non siano delle interpreti così:



Yes, I did.
____________
Domanda falsamente ingenua, ad usum iuvenum: L'hanno legata ai ceppi, Veronica Lario? No, perché penso che comunque il divorzio non la getterebbe sul lastrico. No, no.

15 commenti:

Bartleboom ha detto...

E hai letto questa?
http://www.corriere.it/politica/09_aprile_29/noemi_papi_premier_5a2921c0-347c-11de-b6cb-00144f02aabc.shtml

Angelo del fango ha detto...

;-) ma sai che ho scritto le stesse identiche cose? Siamo due malpensanti.. Ma come diceva belzebù andreotti, a pensar male si fa peccato ma ci si azzecca quasi sempre.. ;-)

marella ha detto...

Moglie per forza? Io credo proprio di sì. Ho un mia teoria ma mi riservo la facoltà di non esporre.
Comunque tutta la vicenda mi dà la nausea.

Clode ha detto...

Ma soprattutto, non riescon a parlarsi in casa in consorti?!

Artemide Diana ha detto...

Un gran casino. Io ho compreso che vivono come vivevano Rachele e Benito.

giardigno65 ha detto...

separati in villa !

Artemide Diana ha detto...

Appunto. Come Mussolini, donna Rachele e la Sarfatti. C'erano porte e luoghi che non venivano mai valicati.

Anonimo ha detto...

Ora le è riuscito anche lo scoop del divorzio a pochi giorni dalle elezioni. Ha detto cose che tutti noi, con un minimo di raziocinio, pensavamo e pensiamo sulle esternazioni (comiche e no) del novello Caligola (non mi sento di offendere Napoleone).
Cosa deve accadere ancora per invertire il verso del cammino del popolo italiano?

Anonimo ha detto...

Anonimo=Annamaria

Artemide Diana ha detto...

Cara Annamaria,
non ne sapevo nulla (sto a letto da iersera).

Bene, buona notizia per la dignità della signora Lario. Era ora.

Quanto a lui, saprà cavalcare anche questo cavallo - come l'amico/sosia Sarko.

P.S. Hai visto che abbiamo visto il tuo Babel? ;)

Clode ha detto...

Che la signora legga il tuo blog?! Pare abbia accolto il tuo consiglio!!

Artemide Diana ha detto...

In troppi glielo abbiamo dato, Clode!

E ora sai quante signore seguiranno il suo esempio? "Se l'ha fatto lei..."

Lina ha detto...

che bello !
si libera un papino !!
anche io ne cerco uno pieno di soldi !!
sto cercando una ricetta per il burek jugoslavo in italiano
avete qualche idea ??

Clode ha detto...

Sai che figo se gli Italiani seguissero l'esempio di Veronica e divorziassero da Berlusconi....
Lo so, sono un'inguaribile sognatrice!

Artemide Diana ha detto...

no, io non l'ho mai preparato. Solo mangiato. E tanto. Mi piacciono tutti e due burek s mesom e burek sa sirom :)))