sabato 19 giugno 2010

Graduation Day: il lancio dei tocchi

Oggi s'è concluso il percorso scolastico di mio figlio. Un percorso linguisticamente «provante» che l'ha visto transitare per scuole italiane, croate, francesi, inglesi e per ultime americane.
Oggi è stato il GRADUATION DAY, giorno della consegna dei diplomi di maturità (si direbbe in Italia, sempre che si usi ancora questo termine), secondo il rito cerimoniale americano. 

Debbo dire che è stato per me e per mio marito molto emozionante. Ci sono state anche le lacrime di prammatica di una mamma innamorata del figlio. 
Durante la cerimonia mentre lo guardavo tutto compreso nel suo abito blu con in testa il tocco, l'ho rivisto crescere fino a farsi uomo.

Ora inizia l'università.
Le sue gioie sono le mie. Silenti. I suoi dolori sono i miei. Impotenti.
con il papà
Metto qui quel che scrissi quando nacque (è stupido, lo so, serve a me):

ROMAIN
Ton nom commence par la dureté du rocher 
et se termine sur les ailes du zéphyr.
Mamma

4 commenti:

Bartleboom ha detto...

Congratulazioni a Romain!
E mi sa che non saranno le ultime lacrime di commozione e orgoglio che ti farà versare... :-)

marinella ha detto...

Congratulazioni vivissime,questi sono i nostri successi ,i figli lo strascico di luce che lasciamo dietro di noi. un abbraccio

♥ღStrampamollyღ♥ ha detto...

... e anch'io mi commuovo *.*

Congratulazioni al tuo Romain!

Artemide Diana ha detto...

grazie, Bart, marinella e Strampamolly ♥