martedì 1 giugno 2010

Giuseppe Battiston, un attore di casa nella nostra famiglia


Mi è stato subito simpatico, fin dal primo film in cui ho fatto caso a lui, Giuseppe Battiston. Eravamo nel 2000 e il film di gran successo era Chiedimi se sono felice del trio Aldo, Giovanni e Giacomo. Interpretava il ruolo del ladro sfigato. Cfr. video sottostante (entrata in scena: 5'46") :



Poi l'ho rivisto - nello stesso anno - in quel film delizioso che ha per titolo Pani e tulipani nel ruolo di un improbabile detective. Buffo e divertente, con una vena di malinconia. 



Lo persi di vista. So che è stato un personaggio rilevante nel film La bestia nel cuore (2005). Purtroppo, non l'ho ancora visto.



Invece, mi colpì molto nella pellicola di Zanasi, Non pensarci (vista a Parigi con il titolo Ciao, Stefano) nel 2008. L'immagine di lui davanti ai delfini mi è impressa come quella di Stefano (Valerio Mastandrea) che corre da pedone sotto il rilevatore di velocità per vetture ...



E infine, il dottor Freiss, ruolo importante a latere della serie tv Tutti pazzi per amore 1 e 2, insieme con la stratosferica Carla Signoris:



Grazie, Battiston. A proposito, un pizzico di sano cinismo: il dottor Freiss ci prende, quando dice «in realtà, è il senso di colpa che spinge a dire la verità». E verità per verità, ha un certo non so che, il Battiston...

2 commenti:

marina ha detto...

fino all'ultimo ho temuto di leggere che era morto!
piace molto anche a me. Già il suo fisico è così poco "attoriale" e poi è bravissimo, ha un viso mobilissimo
marina

Artemide Diana ha detto...

dici che posto titoli funerei? ;)))