mercoledì 1 luglio 2009

Se non è destino questo...

la foto è prelevata dal sitophotobucket ed è di leopardorosa

Non racconterò la serata dall'autore tradotto, bensì la storia che lui e la sua compagna mi hanno raccontato.
Io lo avevo lasciato (la sola volta che l'avevo incontrato) ch'era sposato con un'altra donna.
Lo ritrovo ieri con una bionda gentile, occhi azzurri, fisico non trascendentale, una vera parisienne.
Beh, ho pensato: divorziato, risposato.
Durante la cena e dopo tre coppe di crémant, ho chiesto come si erano conosciuti.
Ecco la storia in sintesi:

1971. Lui è un ventiquattrenne, insegna come professore di inglese in un liceo. Lei, Carole, è una sua studentessa. Lui pensa che lei lo detesti, perché ride sempre quando lui passa davanti e gli sembra per niente interessata alle lezioni. Lei ne è innamorata e gli lascia biglietti anonimi e battuti a macchina contenenti stralci di poesie d'amore nel cassetto di prof. Lui annuncia che sta per sposarsi e parte per il viaggio di nozze. Lei lascia la scuola e si trasferisce in un'altra.

1991. Lui vuole festeggiare i vent'anni di matrimonio invitando quegli studenti che condivisero il momento vent'anni prima. Giro di telefonate.
- E Carole?
- Carole, professore, vive a New York da quasi 20 anni, è sposata e ha un figlio.
- Ah.
Passano altri anni.

2000. Lui incontra una delle sue ex studentesse. Convenevoli. Ricordi.
- E Carole?
- Sempre negli States, professore. Però di tanto in tanto torna a Parigi a trovare i suoi.
- Ah, se la vedi, dille che mi piacerebbe rincontrarla.

2004. Lui rincontra quella stessa studentessa per caso, per strada.
- Prof, lo sa che Carole è a Parigi?
- Ah, dille di chiamarmi.
Carole manda un'e-mail
Il prof risponde con una domanda:
- Eri tu quella dei biglietti d'amore?
S'incontrano l'indomani per un caffè.
E poi l'indomani dell'indomani e l'indomani ancora.

2006. Vanno a vivere insieme.

E sì, la domanda ce l'avevo, ho dovuto trovare le parole giuste per porla:
- Scusate, ma... i rispettivi coniugi?
- Eravamo vedovi tutti e due.
- Ah.

Vi pare che non abbia trovato le parole giuste? E come dovevo farla, la domanda?

Nella grande casa sulla Senna, abbiamo cenato al rez-de-chaussée, sulla terrazza che dà sul verde e sulla Senna, attorniati da piante e fiori. Lei occupa il primo piano (camera da letto, bagno, studio, etc.); lui occupa il secondo piano (idem). Per non far rumore (detestano i rumori, non alzano mai la voce), non si chiamano da un piano all'altro: si telefonano, si inviano mail.
E si ritrovano al pianoterra per i pasti, una chiacchiera, per uscire, un aperitivo, un caffè insieme.
Il resto del tempo scrivono o leggono.

Lasciatemelo dire:


HANNO CAPITO TUTTO DELLA VITA DI COPPIA.

18 commenti:

Gabe ha detto...

Beati loro! Un modello di vita. Ma non c'è un piano anche per il figlio e un altro per il cane?

Artemide Diana ha detto...

:DDD (hanno l'altra casa, attaccata alla loro e di loro proprietà, completamente vuota)

♥ღStrampamollyღ♥ ha detto...

sembra lo script di un film
♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥
(sospirissimo con languido battito di ciglia ☺)

Raffaella ha detto...

bella storia! ma....chi è questo scrittore?

Anonimo ha detto...

Entrambi vedovi.......
"Mi sorge un sospetto", direbbe la signora Fletcher!!!!!!!!

lD

Clode ha detto...

da non crederci, e poi dicono che certe cose succedono solo nei film...

marella ha detto...

Sttttttttttttt, non farlo sapere alla Pilcher altrimenti ci fa subito un libro strappalacrime.
Bella l'idea dei piani separati anche se mi accontenterei di camere separate ma mooooolto, moooooooooolto lontane.

Bartleboom ha detto...

Per chi ha un appartamento di tre stanze, ad un solo piano e con due bambini, è un problema... :-)

Artemide Diana ha detto...

@Strampa: vero?!?

@Raffaella: Non posso dirlo, lui non vorrebbe. E gira per internet... dal momento che ha un sito tutto suo. Però, Raffaella, sappi che di sicuro NON lo conosci.

@LaDani: cattivissima!!!

@Clode: per questo l'ho scritta subito!

@Marella: poi si sa, i piani... se non c'è un ascensore, alla lunga...

@Bart: eh già, Bart. Niente ex studentessa per te.

___________
Caspita, non ti puoi assentare 2 giorni... :)))

Artemide Diana ha detto...

Indice ! ... Raffa... ho parlato già di lui in questo blog...

(Strampa, si vede che leggi thriller)

Artemide Diana ha detto...

Indice = Indizio (scusate, vengo da una 2 giorni total french)

♥ღStrampamollyღ♥ ha detto...

Spacc' non leggo thriller io! Ti riferisci al post anonimo dopo il mio... io al limite potrei vedere risvolti sovrannaturali e gotici (fantasmi) alla tua storia
anche se madame jessicaingiallofletcher inevitabilmente e immancabilmente la seguo, replica dopo replica ogni estate
http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Fatti_su_Jessica_Fletcher

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Jessica_Fletcher

(è un periodo che consulto queste serie e attendibili fonti ^^)

Artemide Diana ha detto...

No, Strampa, mi riferisco (sono stata troppo criptica, hai ragione) al fatto che tu hai capito subito a quale scrittore mi riferissi. Sei andata a leggerlo in uno dei miei post qui dentro.

N.B.
ld non è anonima: è la Dani, Daniela, primo mozzo scelto del capitan Jack Sparrow (che sarei io), amica del forum fabioconcatiano...

Anonimo ha detto...

...con velleità da capitano, vista la tua prolungata latitanza presso quei dolci lidi!!!!

lD

Artemide Diana ha detto...

Beh, non è che JS facesse poi tanto il capitano... Millantava, diciamo.

Raffaella ha detto...

Eureka! l'ho trovato!

ci puntato totano ha detto...

il mio sogno della vita di coppia...certo che se per arrivarci devo passare per quel tragitto( che non nego sia romantico,)preferisco rassegnarmi alla ricerca perpetua dell'equilibrio impossibile ;D

Anonimo ha detto...

imparato molto