sabato 16 aprile 2011

Una Galeffi, per favore

Avrei voluto mettere la Galeffi, ma la sua immagine (della Galeffi), mi ha regalato un trojan

Sì, vabbè. Ieri sera ho esagerato. Lo so: insalata russa, cetriolo con pomodori, pizza (3 pezzi), torta di panna e framboises, il tutto innaffiato da un Crémant gustoso.

Notte pesantissima. In casa non c'è la Galeffi, non c'è l'Alka Seltzer (ho appreso solo poco fa che è stata ritirata dal commercio). Di citrosodina nemmeno a parlarne da anni. E poi è un medicinale. Citrato, ci vuole!

Oggi non ho pranzato, tanto la pesantezza persisteva. Allora sono andata al supermercato, di corsa al reparto dove so trovare la mia Galeffi. Niente, non c'è, non sanno nemmeno cos'è (io la compro sempre lì), mi mandano al reparto medicinali alternativi. L'Alka? Il Diger? Che cosa sono?

Alla fine, ho comprato la Coca-Cola. Ha lo stesso effetto.

Evidentemente, i francesi non hanno problemi di digestione.

P.S. Per la cronaca, in terra di Francia, la Galeffi italiana la vende Carrefour. La commessa di Carrefour di Boulogne-Billancourt - rigorosamente asiatica come le sue colleghe - mi ha chiesto alla cassa: « Scusi, signora, ma a che serve?». Eh già, che non ci sono spiegazioni altre che in italiano.
Ho spiegato.

2 commenti:

Lyzzie ha detto...

Ciao Jacqueline,

sono Elise (HENRY), una delle sue studente, non so se lei si ricordi di me ... vabbè, adoro leggere il suo blog.

Ho un consiglio per lei, esiste una medicina fantastica per i problemi gastrici : La Citrate de Betaïne :) (non so se lei la conosca)
en effervescent ou en granulé (je préfère cette version de loin plus efficace pour moi)

Mia nonna la usava, mia mamma la usa, la uso (ne ho anche portato nella mia valigia per gli stati uniti dove vivo ora, da sei mesi)


Ecco, il mio blog se lei vuole saperne un po' di più su quello che sta succedendo in vita mia.

http://www.une-normande-en-amerique.blogspot.com

Artemide Diana ha detto...

Che bello, Elise!
Verrò a farti visita sul tuo blog con grande piacere.