giovedì 13 maggio 2010

Quando mi prende la voglia di poesia...

...  m'accorgo che assomiglio alla donna che non si 
assomiglia  di Pedro Salinas

Edmund Blair Leighton


Ti  sta vedendo l'altra.
Somiglia a te:
i passi, la stessa fronte accigliata,
gli stessi tacchi alti
tutti macchiati di stelle.
Quando andrete per la strada
insieme, tutte e due,
  com'è difficile sapere
  quale sei tu e quale non sei tu!
Così uguali ormai, che sarà
impossibile continuare a vivere
così, essendo tanto uguali.
E siccome tu sei la fragile,
quella che appena esiste, tenerissima,
sei tu a dover morire.
Lascerai che ti uccida,
che continui a vivere lei,
la falsa tu, menzognera,
ma a te così somigliante
che nessuno ricorderà
tranne me, ciò che eri.
E verrà un giorno
- perché verrà, sì, verrà -
in cui guardandomi negli occhi
tu vedrai
che penso a lei e che la amo:
e vedrai che non sei tu.
(da La voce a te dovuta)

2 commenti:

Clode ha detto...

Bellissima... la poesia, il quadro... bellissimo tutto...

Artemide Diana ha detto...

merci, ma belle.